Questo sito utilizza i cookie.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

#Vote4FT

logoIl prossimo 25 maggio in Italia noi tutti cittadini saremo chiamati al voto per il rinnovo del Parlamento Europeo (in tutta Europa dal 22 al 25 maggio). Lo abbiamo fatto altre volte, ma questa volta è diverso. Quella del 25 maggio 2014 è una data importante: sarà la prima occasione in cui i 500 milioni di cittadini europei avranno realmente voce in capitolo in materia di politiche europee. Questo nuovo "potere" conferito al voto è la diretta conseguenza del Trattato di Lisbona, siglato nel 2009, e che ha applicazione proprio alle Elezioni Europee 2014.

LE NOVITA'

Il Parlamento Europeo è l'unica istituzione eletta a suffragio diretto nell'Unione Europea. Con il Trattato di Lisbona, inoltre, per la prima volta assume nuovi importanti poteri. Tra questi, quello di "eleggere" il presidente della Commissione Europea. Saremo noi cittadini, votando, ad influenzare l'agenda politica dei decision-makers, dal momento che la nuova maggioranza politica – quella che contribuirà a formulare la legislazione europea per i prossimi 5 anni in settori nevralgici che vanno dal mercato alle libertà civili – la scegliamo noi con il voto.

Vote for Fair Trade – #Vote4FT - è una campagna europea che coinvolge le principali organizzazioni di Commercio Equo e Solidale europee ed è rivolta principalmente ai candidati alle Elezioni Europee 2014. Ai candidati si chiede con forza di inserire il Commercio Equo e Solidale nell'agenda politica del prossimo Parlamento Europeo.
La Campagna mira, inoltre, a coinvolgere anche i cittadini dell'Unione Europea che, nel loro ruolo di elettori, saranno chiamati a chiedere ai partiti e ai candidati di sostenere i principi e i valori di un Commercio più giusto, rispettoso dei diritti dei lavoratori, dell'ambiente e fondato sull'economia reale. Si intende perseguire questo obiettivo attraverso un dialogo tra cittadini, decisori europei e i rappresentanti del movimento del Commercio Equo e Solidale. Le attività della campagna continueranno anche dopo le elezioni per assicurare che i rappresentanti eletti rispettino i loro impegni. La campagna in Italia è promossa da Altromercato in collaborazione con AGICES (Assemblea Generale Italiana del Commercio Equo e Solidale). Il coordinamento della Campagna è a cura di FTAO – Fair Trade Advocacy Office. Capofila del progetto è FLO (Fairtrade International) e partner del progetto numerose organizzazioni europee (Francia, Polonia, Repubblica Ceca, Olanda, Ungheria, Spagna, ecc.).


COSA PUOI FARE TU

TagliataMobilitati online: collegati al sito www.vote4ft.it e invita direttamente i candidati al Parlamento Europeo a sottoscrivere il cosiddetto Fair Trade Manifesto. Il sito sarà attivo solo dopo il 15 aprile, data in cui verranno depositate le liste elettorali. Condividi i contenuti sui tuoi canali social per spingere i tuoi amici a votare per un Commercio più giusto, attento ai diritti dei lavoratori e all'ambiente.


IL MANIFESTO

Il Manifesto è un documento elaborato congiuntamente dai partner della Campagna (il contenuto è lo stesso in tutti i Paesi europei coinvolti nel progetto). Il Manifesto prevede l'impegno per i futuri Parlamentari Europei che lo sottoscrivono su 5 punti:

1. Promuovere un'economia e una modalità di fare impresa che mettano al centro le persone, dove le persone vengano prima di tutto e le attività economiche possano permettere a tutti di avere mezzi di sussistenza necessari e sostenibili.
2. Sostenere un forte impegno dell'Europa per affrontare gli abusi di potere dei compratori nelle nostre catene di approvvigionamento, un fallimento del mercato che si traduce spesso nella violazione dei diritti umani ai danni dei produttori e dei lavoratori marginalizzati.
3. Incoraggiare la previsione da parte dell'UE di incentivi, attraverso strumenti di mercato, per facilitare i produttori nella commercializzazione a condizioni equo-solidali e per sviluppare i mercati del Commercio Equo e Solidale sia in Europa che nel Sud del mondo, nel contesto dell'Agenda degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile post-2015 delle Nazioni Unite.
4. Sostenere un "Mandato di Commercio Alternativo" per garantire che le politiche commerciali comunitarie siano uno strumento per aumentare il benessere globale sotto il profilo economico, sociale ed ambientale. Al fine di servire l'interesse generale, le politiche commerciali dovrebbero essere oggetto di dibattito democratico e trasparente, piuttosto che essere guidate da potenti lobby di affari che spingono esclusivamente per i propri interessi a breve termine.
5. Diventare promotore di una strategia europea per il Commercio Equo e Solidale, per promuovere le migliori prassi e coordinare attività a sostegno del Fair Trade a livello locale, regionale, nazionale ed europeo, come già chiesto all'unanimità dal Comitato delle Regioni.

DOWNLOAD 
Dossier della campagna   -   Il Manifesto   -   Logo della campagna   -   Immagine di copertina facebook

Seguici anche sulla nostra pagina facebook per rimanere aggiornato sull'andamento della campagna e scoprire quali sono i candidati che si impegneranno per la costruzione di un'economia europea più equa e solidale. Ricordati di pubblicare i tuoi contenuti con l'hashtag #VOTE4FT

TOP